LA GRANDE BRERA DIVENTA REALTÀ

milan-705908_1280

Con la prossima apertura di Palazzo Citterio e con il progetto di un passaggio sospeso che lo colleghi alla Pinacoteca attraverso l’Orto botanico, la Grande Brera comincia a prendere forma: non più un progetto solo immaginato ma, anche grazie alla spinta di James Bradburne e alla sua capacità di guardare avanti, una realtà che sempre di più avvicinerà i milanesi a quella straordinaria collezione.

La Pinacoteca di Brera ha avuto una storia travagliata negli ultimi anni: in molti hanno tentato di riallacciare un rapporto con la città che sembrava stanco, opaco, quasi che si trattasse di un luogo nel quale la vitalità che aveva soprattutto con Expo contagiato Milano non fosse entrata in quel Palazzo. Non hanno aiutato i contrasti tra la Pinacoteca e l’Accademia sul futuro di quest’ultima, non ha contribuito a rasserenare gli animi un clima che spesso è stato più legato alla difesa di posizioni preconcette che alla ricerca di una soluzione condivisa. E su quel punto ancora la strada sembra impervia essendo anche decaduto l’accordo che aveva visto  la firma di ben tre ministeri .

Con Palazzo Citterio e grazie a tutti coloro che hanno voluto questo progetto, con la  spinta per la promozione della Pinacoteca mossa dal Direttore e grazie anche all’infaticabile opera di stimolo di Aldo Bassetti Presidente degli Amici di Brera, La Grande Brera è realtà e parte fondamentale di quella vocazione che Milano ha sempre di più come Città della Cultura.

 

Per maggiori informazioni: