UNA FESTA PER VILLA ADRIANA LA RIAPERTURA DEL TEATRO MARITTIMO

cache-cache_194d8721736f745d388d69d112de08bc_810180f3850a9490e25a172560f2d28f
Ieri ho partecipato alla riapertura a Villa Adriana del Teatro Marittimo dopo un attento restauro durato sette anni.
Un gioiello architettonico il cui recupero è stato prevalentemente conservativo e la cui apertura al pubblico amplia le aree visitabili del sito, aggiunge un altro tassello importante alla meraviglia di Villa Adriana e a quel percorso di valorizzazione che è stato intrapreso anche con la riforma e che riguarda tutti i luoghi di competenza ministeriale a Tivoli.
Villa Adriana è un bene assolutamente unico, una sintesi assoluta tra natura e mano umana che, grazie alla straordinaria qualità intellettuale dell’imperatore Adriano, è un esempio di paesaggio perfetto, celebrato in passato da intellettuali, scrittori, poeti e pittori ma ancora poco conosciuto sia dal pubblico italiano che dai visitatori stranieri.
Istituzioni statali e amministrazioni locali stanno collaborando, e sempre di più dovranno farlo in futuro, perché Tivoli diventi una meta primaria di quel turismo culturale che si vuole sostenere e che rappresenta l’unica strada per lo sviluppo diffuso e sostenibile di territori che non hanno più vocazioni produttive.
Per saperne di più:
IMG-20170728-WA0001 IMG-20170728-WA0002 IMG-20170728-WA0003