RECANATI: APRE LA CASA DI SILVIA

casa silvia che guarda casa di leopardi-kpyB-U11003637748483y5G-1024x576@LaStampa.it
“Il limitar di gioventù salivi”… Sì perché Giacomo Leopardi e Teresa Fattorini figlia del cocchiere di casa Leopardi erano in realtà due adolescenti quando dalle loro finestre si guardavano probabilmente di nascosto. Passarono molti anni dopo la morte di Teresa appena a ventun anni finché Giacomo compose “A Silvia”, forse una delle più indimenticabili poesie che siano mai state scritte. Ispirata a Teresa, è il racconto poetico del significato del ricordo, non solo di quel ricordo così importante per Leopardi.
La Famiglia Leopardi che già tanto ha fatto per recuperare la biblioteca, il palazzo, l’intero borgo aprendolo agli studiosi e ai visitatori ha adesso aggiunto un’altro tassello: la casa di Silvia, ricostruita con cultura e attenzione. Il risultato è il ritrovare quell’atmosfera familiare, povera e dignitosa che probabilmente era la casa di Teresa. E ritrovare quella finestra dalla quale i due giovani si guardavano.
In una terra scossa dal terremoto i segni dell’identità culturale sono importantissimi per ritrovare il senso dalla comunità. Recanati è Giacomo Leopardi, forse il più grande poeta italiano. Grazie alla Famiglia Leopardi per il loro instancabile impegno.
Per saperne di piú: