FINITA L’EPOCA DELLE LACERAZIONI: IL PD TORNI IL MOTORE DELLE RIFORME E L’UNICO BALUARDO CONTRO LA DERIVA POPULISTA

assemblea-pd-755x515
Oggi l’Assemblea del Pd, dopo un percorso democratico che ha coinvolto quasi 2 milioni di cittadini, nomina Matteo Renzi segretario: finita la fase delle contrapposizioni fratricide e delle scissioni, è il momento di tornare all’agenda delle riforme, e non solo quelle lasciate a metà strada come le liberalizzazioni.
Paesaggio, ambiente e territorio sono concetti strettamente legati in qualsiasi paese europeo tranne che in Italia, sono il contesto in cui vivono i cittadini: nel nostro paese manca un progetto organico, una visione a medio e lungo termine che superi le divisioni tra i ministeri competenti, che ponga al centro la qualità della vita, che crei coordinamenti amministrativi e strumenti normativi. Una vera riforma del sistema Italia relativa a paesaggio, ambiente e territorio dovrebbe essere un punto centrale del programma di un grande partito come il Pd. Non è stato così fin ora, ma se non si “cambia verso”, la politica ne uscirà ancora una volta sconfitta.