A FIRENZE IL G7 DELLA CULTURA: UN’OCCASIONE IMPORTANTE PER L’ITALIA E PER LA SALVAGUARDIA DEL PATRIMONIO CULTURALE

pompeii-1633459_1280

Per la prima volta a Firenze si terrà domani e venerdì un G7 esclusivamente sul tema della cultura. Un’occasione di dialogo sul tema “cultura come dialogo tra i popoli”, come presupposto per un mondo che si confronta e non si scontra. Durante i lavori i ministri di diversi Paesi avranno anche modo di elaborare un documento comune per la risoluzione del problema della tutela del patrimonio culturale mondiale, ora sempre più esposto anche ad attacchi di tipo terroristico.

Questa occasione rappresenta un momento importante per il nostro Paese. Verranno presentati in maniera ufficiale i risultati ottenuti dalla task force – tutta italiana – preposta alla tutela del patrimonio culturale storico-artistico. Il Comando dei Carabinieri per la Tutela del patrimonio culturale rappresenta ormai una realtà consolidata anche a livello internazionale, tanto da essere coinvolto nella risoluzione, votata all’unanimità dal consiglio di sicurezza dell’Onu, che ha segnato una svolta sostanziale nello scenario globale. La distruzione del patrimonio culturale è ora un crimine di guerra: chi lo distrugge, lo saccheggia e ne contrabbanda i reperti deve essere consegnato alla giustizia.

La necessità condivisa da molti paesi di avere una polizia specializzata e una legislazione internazionale coerente per fermare il contrabbando archeologico viene finalmente posta sotto i riflettori dell’Organizzazione delle Nazioni Unite e il G7 dei prossimi giorni rappresenta un segnale molto forte per i beni artistici che richiede il coinvolgimento di tutti i Paesi per l’elaborazione di una strategia internazionale comune.

Per saperne di più: Leggi l’articolo del Sole 24 Ore